Visite Rome logo version française versione italiana Home page

Il Parco regionale dei Castelli Romani

[ Δ ] Visite guidate -> Fuori Roma

Castelli romani - panorama

I Castelli Romani (oggi parte integrante del sistema metropolitano della capitale) resistono nella tradizione come una delle caratteristiche mete delle gite "fuori porta" dei romani. Ciò è dovuto all'amenità del paesaggio, all'eccellenza del clima e alla famosa qualità dei vini.
Un tempo luogo di oscuri boschi di querce e faggi, la zona è oggi un mosaico di macchia e vigneti, case e paesi, risultato di un'urbanizzazione antichissima. Tutta l'area è frutto di una serie di eruzioni vulcaniche che hanno squassato l'originario cratere creando i laghi di Albano e di Nemi. Con la roccia dei Castelli, il famoso peperino, sono costruite gran parte delle mura romane che separavano il Foro Romano dalla vicina suburra, ma anche i basolati delle strade romane sono basalti dei colli Albani.
Il nome dell'area deriva dalle dimore fortificate feudali, appartenute alle famiglie in lotta per i il soglio pontificio, che a partire dall'alto Medioevo furono costruite sulle sponde e negli immediati dintorni dei laghi vulcanici.
Già in epoca repubblicana e poi imperiale i patrizi romani ed alcuni imperatori, come Caligola e Domiziano, elessero la zona dei Castelli a luogo di villeggiatura.
Dal rinascimento in poi molte famiglie aristocratiche romane vi edificarono splendide ville estive.
I luoghi hanno ispirato artisti e letterati di tutti i tempi, ma anche fatto di questa zona una meta turistica di antica elezione: da secoli è uno dei luoghi deputati alla visita e al soggiorno dei visitatori di ogni paese che giungessero a Roma.
Oggi i Castelli propriamente detti sono: Frascati, Monte Porzio Catone, Montecòmpatri, Rocca Priora, Grottafferrata, Marino, Rocca di Papa, Nemi, Castel Gandolfo, Albano Laziale, Ariccia, Genzano di Roma e Colonna.
Molti e vari sono i luoghi da visitare, ne citiamo solo alcuni: l'area archeologica di Tusculum (a Frascati), alcune ville rinascimentali e barocche; la bellissima Abbazia di Grottafferrata, di rito greco-cattolico, fondata nel 1004 da S. Nilo e da S. Bartolomeo da Rossano; il Museo delle Navi romane e i resti del Tempio di Diana a Nemi; Palazzo Chigi ad Ariccia; Albano Laziale che trae il suo nome dall'antica Alba Longa e naturalmente la celebre cittadina di Castel Gandolfo che accoglie la residenza estiva dei pontefici.

Come arrivare:
il percorso (49 km da Roma a Castel Gandolfo) si snoda lungo la via Tuscolana, che porta il nome di un'antica strada romana che collegava l'Urbe alla città di Tuscolo (oggi Frascati). L'itinerario prende a salire con belle viste sui Colli Albani, il punto più alto dei Castelli Romani è Monte Cavo a m. 949 d'altitudine.

Chiedilo alle guide...

Contatta le nostre guide per maggiori informazioni sulla visita guidata, per un preventivo o per una prenotazione.


Tel: (+39) 377.49.28.708 Email: guidesvisiterome@gmail.com - Valid XHTML 1.0 Transitional